galleriafoto

Cerca professionista

 

 

 

 

 

 

 

 

O.C.C. - SOVRAINDEBITAMENTO

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

 

Ai sensi dell'art. 6, comma 2, lett. a), legge n. 3/2012 per sovraindebitamento si intende "la situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte, che determina la rilevante difficoltà ad adempiere le proprie obbligazioni, ovvero la definitiva incapacità di adempierle regolarmente".

 

Il procedimento per la composizione delle crisi da sovraindebitamento permette di rivolgersi ad un organismo apposito o ad un professionista abilitato (commercialisti, avvocati, notai) e poi al Tribunale con un piano di rientro che, se accolto, diventerà vincolante per i creditori, anche se non tutti i debiti saranno onorati. Ove il piano non fosse possibile o fosse respinto dal Giudice, il consumatore potrà comunque accedere alla procedura di liquidazione del patrimonio. Durante l’esecuzione della procedura, il giudice sospende ogni azione esecutiva (pignoramento etc.) dei creditori nei confronti dei beni del debitore. Una volta terminata con successo la procedura, il debitore sarà sdebitato, ovvero sarà libero da ogni debito ancora non onorato.


L’ Organismo di Composizione della Crisi da sovraindebitamento e di liquidazione del patrimonio del debitore, è stato istituito dal Consiglio dell’Ordine, nella seduta del 21 marzo 2016, secondo quanto previsto dalla legge n. 3 del 2012.

 

Il Ministero della Giustizia, in data 14 giugno 2016, ha disposto l'iscrizione dell’Organismo, nella sezione A del Registro ministeriale degli Organismi autorizzati alla gestione della crisi da sovraindebitamento, ai sensi dell'art. 4, comma 2, del Decreto Ministeriale 24 settembre 2014 n. 202.

 

Regolamento Organismo di Composizione delle Crisi da Sovraindebitamento ODCEC Foggia 

 

REGOLAMENTO DISCIPLINARE rapporti OCC

 

Normativa:

D.M. 24.09.2014 n.202

LEGGE 27.07.2012 n.3

 

D. L. 12 gennaio 2020 Codice della crisi d'impresa e dellinsolvenza in attuazione della Legge 19 ottobre 2017, n. 155.

  

E’ possibile consultare il Registro Nazionale degli Organismi e l’Elenco dei Gestori al seguente indirizzo: 

Elenco dei Gestori


MODULI RICHIESTA GESTORE DELLA CRISI

 

A Domanda Nomina Gestore della Crisi (Consumatore)

(allegare documentazione in duplice copia)

 

B Domanda Nomina Gestore della Crisi (sovraindebitato non consumatore)  

(allegare documentazione in duplice copia)

 

Da inviarsi tramite PEC all'indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , tramite raccomandata o da consegnarsi a mano alla segreteria dell'Ordine negli orari di apertura al pubblico.

Non verranno accettate domanda incomplete (non contenenti allegati richiesti e/o dichiarazioni di non esistenza dei singoli allegati)

REQUISITI

Il debitore che si rivolge all'OCC deve avere la residenza o la sede principale della propria attività nella provincia di Foggia

 

requisito soggettivo: non deve essere assoggettato (né assoggettabile) alle vigenti procedure concorsuali disciplinate dal R.D. 267 del 1942. 

Pertanto, alla procedura in commento possono ricorrere tutti i soggetti, persone fisiche, società, enti, che: 

  •  non svolgono attività d'impresa; 
  •  sono professionisti, artisti o altri lavoratori autonomi; 
  •  sono imprenditori commerciali sotto la soglia di cui all'art. 1 l.fall.; 
  •  sono enti privati non commerciali (associazioni ecc.); 
  •  sono imprenditori agricoli; 
  •  sono "start up innovative" indipendentemente dalle loro dimensioni.

requisito oggettivo: vi deve essere lo stato di "sovraindebitamento" definito come "la situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte, che determina la rilevante difficoltà ad adempiere le proprie obbligazioni, ovvero la definitiva incapacità di adempierle regolarmente" (Art. 6 co. 2, lett. a), L. 3/2012). Il concetto di "sovraindebitamento" è diverso da quello di insolvenza della legge fallimentare in quanto prevede non solo l'incapacità definitiva e non transitoria di adempiere regolarmente ai propri debiti, ma fa anche riferimento ad una sproporzione tra il complesso dei debiti e il proprio patrimonio prontamente liquidabile, seppur sia specificato il rapporto di tale squilibrio.


Convenzione tra OCC - Commercialisti Foggia e Associazione "Movimento Consumatori - Foggia e Provincia - ONLUS"

 


Gli Iscritti interessati e in possesso dei requisiti richiesti dalle disposizioni di riferimento, possono inviare la propria dichiarazione di disponibilità a svolgere la funzione di “Gestore della Crisi” per l’Organismo di Composizione della Crisi da sovraindebitamento dell’Ordine di Foggia, compilando l’apposita domanda e inviandola a mezzo PEC all’indirizzo:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Si richiama l’attenzione degli interessati alla specifica disciplina transitoria prevista dall’articolo 19 del DM n. 202 del 2014.

Domanda di iscrizione nell'Elenco dei Gestori

 

Dichiarazione di accettazione ed indipendenza del Gestore designato

 


Equipollenza tra la Formazione Professionale Continua dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e quella iniziale e biennale del Gestore della Crisi.

Ai sensi dell’art. 7 del Regolamento FPC aggiornato al 31/01/2108, la partecipazione a corsi di formazione, di durata non inferiore a 12 ore, che hanno a oggetto materie rientranti nell'ambito disciplinare della crisi dell'impresa e di sovraindebitamento, anche del consumatore, consente di assolvere l’obbligo formativo iniziale e di aggiornamento biennale richiesto ai Gestori della crisi da sovraindebitamento.